PRODIGIA SOLARE AD ABIDJAN

Fornito da: Brou KOUAME (Abidjan - Costa d'Avorio) Vicepresidente della ONG ASR (Alphabetization and Health in Rural Areas) Vicepresidente dell'OPGE (Organizzazione per la protezione e la gestione dell'ambiente)

La crisi seguita alle ultime elezioni in Costa d’Avorio non ha precedenti nello sviluppo di una giovane nazione. L’estrema violenza che ha accompagnato quella crisi ha precipitato molti abitanti del Paese in una sorta di psicosi che si aggrava ogni giorno di più. Tra il crepitio delle armi da fuoco e il suono dei cannoni si sono registrate le manifestazioni più folli in tutto il Paese!

Dalla manifestazione di un simbolo a forma di cuore in una ciotola di minestra alla percezione di una nuvola nel cortile del Ministero della Difesa o alla manifestazione dei colori dell’arcobaleno emessi da una statua della Vergine Maria, tutte queste ‘manifestazioni’ sono state attribuite ai fenomeni divini e, per alcuni, ha annunciato l’imminente fine della crisi.

È così che, diversi giorni prima della caduta del regime precedente, sono diventato testimone di un evento che condividerò con voi qui.

Vivo a Marcory, uno dei quartieri più alti di Abidjan. È un’area che non ha sofferto i combattimenti durante la crisi, ma che è stata oggetto di molti saccheggi. Come alcuni altri abitanti, ho deciso di rimanere ad Abidjan durante gli ultimi momenti di crisi.

L’evento a cui mi riferisco si è svolto l’8 aprile 2011 alle 16:00 circa. Poiché l’accesso alla nostra città era stato bloccato, era possibile muoversi per le strade senza rischiare di essere colpiti da un colpo casuale o di incontrare una folla armata.

Quel giorno, per strada, attraverso la mia finestra, ho sentito grida di gioia, felicità e pianto. Ho deciso di sbirciare fuori per scoprire il motivo di un tale clamore. Fu allora che vidi una folla, raccolta insieme, che guardava il sole. La folla era composta da uomini, donne e bambini che gareggiavano per un buon posto, poiché gli alberi e gli edifici ostacolavano l’osservazione del sole. Così sono uscito da casa mia per vedere cosa succedeva nel cielo.

Mi sono unito alla folla per guardare il sole. Dopo un periodo di osservazione, un anello blu si è formato attorno al sole. Sembrava oscurarsi poco dopo. Sentivo voci tra la folla che dicevano: “Il sole diventa blu, è il colore della Vergine Maria”. Altri dicevano: “Il colore cambia, diventa rosa o rosso, Dio è davvero meraviglioso”. Per altre persone, la luce del sole stava diventando più brillante. Poco dopo il sole sembrò ruotare e cambiare posizione. È in quel momento che ho sentito la folla dire: ‘Sta cadendo, no, sta ruotando! È un miracolo, Dio ci sostiene durante la crisi ”. Ho visto una donna molto agitata che affermava di aver visto il volto della Santa Vergine. I suoi occhi erano pieni di lacrime. Una seconda persona, più anziana e più vicina a me, era d’accordo con lei di tutto cuore: ‘Sì, è proprio Maria, madre! Per favore, liberaci! ”.

Non riesco a mettere in relazione tutti i sentimenti espressi quel giorno, poiché erano molti e diversi. Ma è con un sentimento di gratitudine verso il dottor LEFEBURE che ho assistito a quell’evento. Sebbene su scala più piccola, quell’evento può essere paragonato agli eventi di Fatima (Portogallo) nel 1917. Il prodigio solare e la manifestazione della Vergine a Fatima sono stati decifrati dal dottor LEFEBURE. È possibile confrontare i due eventi, alla luce delle spiegazioni del dott. LEFEBURE.

I vari fenomeni che ho riferito sopra corrispondono al comportamento dei fosfeni, come indicato nei lavori del Dr LEFEBURE.

Ecco le spiegazioni fornite dai fosfeni su quelle « manifestazioni divine ».

– L’anello blu intorno al sole: quello stadio corrisponde al co-fosfene. Se ti concentri su una lampada per tre minuti, vedrai apparire alcuni colori in successione, a partire da una tinta blu pallido. Ecco perché alcune persone hanno affermato che il blu era il colore della Santa Vergine. Quindi compaiono macchie rosa. Corrispondono a un’altra fase del co-fosfene, e questo spiega perché la folla affermava che il sole stava diventando rosso. Infine i colori del fosfene evolvono verso il verde e poi verso il grigio.

– Il sole rotante: quello stadio corrisponde a uno dei ritmi del fosfene, il tremolio al ritmo di 1/6 di secondo. A volte può essere percepito quando si guarda il sole. Secondo la dott.ssa LEFEBURE, l’interesse principale di questo ritmo è che può risuonare con le oscillazioni dei muscoli, che seguono lo stesso ritmo. Quindi genera fenomeni straordinariamente belli.

– L’immagine della Vergine Maria: si è verificato un fenomeno di telepatia fosfenica; un’induzione del pensiero ritmico che provoca la percezione delle immagini nell’individuo che le riceve. La signora, che era certamente molto pia e che pose al centro del sole l’immagine della Vergine, finì per trasmettere quell’immagine alle persone intorno a lei. (controlla LA CHIAVE DELLE MANIFESTAZIONI SOPRANNATURALI)

Devo ammettere che ho trovato quelle esperienze molto divertenti perché i partecipanti erano determinati a credere che avessero un’origine divina. Allora ho capito che il Fosfenismo è una luce che può aiutarci a vedere più chiaramente sul sentiero oscuro della nostra ignoranza.